PropTech immobiliare: come il digitale sta cambiando il reale estate

PropTech immobiliare: come il digitale sta cambiando il reale estate

PropTech immobiliare: come il digitale sta cambiando il reale estate

Sul web si sente sempre più spesso parlare di PropTech, una nuova formula che prevede un approccio totalmente innovativo al settore immobiliare tradizionale. Ma cosa vuol dire PropTech immobiliare e come funziona nello specifico?

Durante questa lettura, approfondiremo l’argomento e cercheremo di capire come la tecnologia impatta nel settore delle compravendite immobiliari.

Prima di spiegare l’argomento e capire in termini pratici di cosa si stia parlando, ci teniamo a riportare una definizione teorica di PropTech data dal Politecnico di Milano:

“il termine PropTech include soluzioni, tecnologie e strumenti per l’innovazione dei processi, dei prodotti, dei servizi e del mercato nel real estate.”

Ad onor del vero, si dovrebbe anche specificare che, online, si trovano definizioni controverse e diverse di PropTech. Ecco perchè ci teniamo a specificare che il termine derivi dalla crasi linguistica delle parole “property” e “technology”.

Basandosi sulle rispettive definizioni delle singole parole che compongono questo nuovo termine, si potrebbe intendere facilmente che il settore includa prodotti, processi o idee di business che applicano le più innovative risorse nel campo dell’Information Communication Technology (ICT).

In buona sostanza, si tratta di applicare nuove tecnologie ad uno dei settori più tradizionali e conservatori: una rivoluzione? Sembrerebbe proprio di sì!

Qualora il termine rivoluzione suonasse un tantino troppo politicamente simpatizzante, si potrebbe sintetizzare definendo il PropTech una concreta trasformazione nel mondo del reale estate.

PropTech immobiliare: ecco come funziona nel concreto

Dopo definizioni teoriche che, senza dubbio servono ad avere un’infarinatura generale circa il concetto di PropTech, capiamo ora come si applica questa nuova formula e come potrebbe effettivamente mutare l’approccio al settore.

Se operi nel mondo immobiliare, saprai benissimo quanto ultimamente il settore stia rapidamente cambiando: il mercato diventa sempre più esigente, i clienti hanno un altro approccio e le esperienze d’acquisto sono totalmente differenti rispetto a dieci anni fa.

Sviluppatosi in location come USA, Inghilterra ed Australia, il PropTech immobiliare ha mosso i suoi primi passi in Italia solamente una manciata di anni fa.  In maniera del tutto timida e diffidente, sono nate le prime startup che si occupavano proprio di questo: lavorando fianco a fianco di agenzie immobiliari, le startup iniziavano il lento processo di raccolta fondi ed investimenti per applicare nuove tecnologie ad un settore ormai saturo e statico.

Come ci ricorda il PropTech Monitor 2019, ad oggi, in Italia sono state censite 120 startup che trattano l’argomento, quasi tutte situate al Nord del Paese e che hanno più o meno due anni di vita.

Il riscontro e le statistiche parlano chiaro: un lento processo destinato a crescere e ad avere risultati tutti in positivo.

Sei curioso di scoprire cosa può fare il PropTech immobiliare per te e il tuo business? Continua pure la lettura!

Applicando le nuove tecnologie all’immobiliare, potrai infatti:

  • Entrare in contatto con piattaforme in grado di affittare o acquistare la tua proprietà
  • Conoscere e utilizzare software di analisi dei dati per il mercato immobiliare
  • Visitare virtualmente un immobile che intendi comprare
  • Investire in immobili grazie al crowdfunding

Il crowdfunding immobiliare: una delle possibilità del propetch!

Certi del fatto che, fino a questo punto, la lettura sia stata scorrevole e soprattutto d’aiuto per entrare in contatto con un nuovo modo di operare nel settore, parliamo ora di Crowdfunding immobiliare!

Un esempio pratico di PropTech è proprio quello del crowdfunding, un innovativo modo di investire nel mattone che sta prendendo sempre più piede.

La definizione più semplice del termine crowdfunding immobiliare è proprio quella di “finanziamento partecipativo online per il settore immobiliare”.

Proprio grazie a delle piattaforme online, un investitore immobiliare può scegliere di affrontare un investimento decidendo la cifra da investire in un’operazione fatta insieme ad altre persone che probabilmente neanche conoscerà mai in vita sua. Assurdo, vero?

Tra scetticismi ed approvazioni, il crowdfunding sta piano piano riuscendo ad entrare nella mentalità tradizionalista dell’italiano medio, certamente non abituato a questo genere di operazioni.

Agenzie immobiliari online: niente di più PropTech!

Contestualmente al crowdfunding, è giusto menzionare la crescita sempre più rilevante delle agenzie immobiliari online. In questo caso, le piattaforme online, avranno il compito di mediare una trattativa tra privati oppure scegliere la formula di avere dei consulenti sparsi per il territorio nazionale.

Anche questa immagine del tutto nuova di agenzia immobiliare, per qualcuno è difficile da concretizzare, per i più digital invece, è una straordinaria novità!

E’ naturale che le operazioni immobiliari gestite da un’agenzia online siano leggermente diverse rispetto a quelle vissute in un’agenzia fisica, ma i vantaggi sono davvero tantissimi.

Partendo dall’esempio delle agenzie immobiliari online siamo arrivati alla definizione più concreta di PropTech: la tecnologia applicata al settore in questione.

Come vedi, quindi, l’innovazione e la tecnologia si possono adattare anche a mercati tradizionalisti e conservatori per eccellenza come lo è quello del reale estate.

Se non è una rivoluzione questa…

Posts Correlati

Confronta